Sei nella sezione AREA UTENTI


Come leggere la bolletta

La bolletta rappresenta il mezzo di comunicazione tra ACS e i propri utenti, per tale motivo deve essere comprensibile a tutti e chiara nei contenuti.
Nella bolletta collegamento sono indicati gli importi dovuti dall'utente per i consumi, distinti in base ai singoli servizi erogati (acquedotto, fognatura e depurazione) e altre informazioni utili come: l'ubicazione dell'utenza, le variazioni delle tariffe, gli orari degli sportelli per il pubblico e i numeri telefonici dei servizi per i clienti.
Nella bolletta sono riportati i seguenti dati principali collegamento:

  • Le coordinate del contratto stipulato con ACS (numero contratto, tipologia, matricola contatore, codice utente, ecc.);
  • Il periodo di consumo fatturato e i metri cubi addebitati all'utente;
  • Gli addebiti per i servizi di acquedotto, fognatura e depurazione, con i metri cubi addebitati per ciascun servizio, le quote di tariffa applicate, nonchè il corrispettivo dovuto;
  • La quota fissa;
  • addebiti/accrediti vari;
  • l'importo relativo all'IVA.
Inoltre, vengono inseriti, se dovuti, anticipi sui consumi e loro adeguamenti, diritti fissi, bollo, interessi di mora per ritardato pagamento, eventuali addebiti per spese di riparazione, per penali, interessi e per somme a qualunque altro titolo dovute alla Società.

Fatturazione

Per le utenze domestiche si procederà ad una fatturazione trimestrale posticipata sulla base della lettura effettiva o stimata, in mancanza di essa, del misuratore.
Per le categorie di utenza diverse da quelle domestiche, l'importo delle bollette sarà riscosso anticipatamente, all'inizio di ciascun periodo contabile.
nella fattura emessa da Alto Calore Servizi SpA è compreso anche il corrispettivo dovuto per addizionale fognatura e gli oneri di depurazione.

Consumi e Misurazioni

Per consumo di acqua si intende la quantità; di acqua potabile che ogni utente consuma. L'unità di misura con cui si calcola il consumo è il metro cubo. Per la misurazione dei consumi ci si basa sulle registrazioni effettuate dai contatori installati presso ogni utenza.
Attraverso tale misurazione si stabiliscono gli importi dovuti per il servizio idrico che, poi, sono fatturati in bolletta, dove è riportato il consumo registrato dal contatore e addebitato all'utente.
L'utente può, in ogni caso, segnalare anomalie nella misurazione dei consumi e, quindi, nel conseguente addebito del corrispettivo del servizio; in tal caso ACS attiverà la procedura di controllo e di eventuale correzione. Salvo espressa richiesta dell'utente, la rettifica dei consumi addebitati e il relativo rimborso possono essere effettuati anche nella successiva bolletta.
Il consumo d'acqua di ciascun utente è accertato da personale della Società, mediante lettura del contatore che, di norma, è effettuata almeno due volte all'anno.
In mancanza della lettura, la Società, calcola un consumo stimato collegamento sulla base dei consumi effettivi rilevati nei periodi precedenti (storici).
All'utente, sulla fattura di pagamento che riceve, sono già indicati i consumi stimati e la data cui sono riferiti, per il calcolo della fattura successiva.
All'approssimarsi della suddetta data, se il contatore segna una misurazione dei consumi diversa da quella stimata, l'utente ha facoltà di comunicare, entro il periodo indicato sulla bolletta, la lettura effettiva, in modo da ricevere una bolletta sempre rispondente ai consumi reali.
Le letture rilevate sono ritenute contrattualmente riconosciute ed accettate dall'utente, se non impugnate nel termine perentorio di 15 giorni dalla data del rilevamento. In caso di ricorso la Società predisporrà un ulteriore accertamento di verifica. Se la lettura eseguita dal personale incaricato risulterà congruente con quella di verifica, la Società ne addebiterà l'onere dell'ulteriore lettura sulla successiva fattura. Nel caso, invece, risultasse fondato il ricorso dell'utente si procederà alla rettifica dei consumi, senza alcun onere a carico dello stesso.

Modalità di Pagamento

Le bollette emesse da ACS dovranno essere pagate dagli utenti entro le scadenze indicate sulle stesse nei seguenti modi:

  • presso un qualsiasi ufficio postale, utilizzando l'apposito bollettino prestampato allegato alla bolletta dell'acqua;
  • tramite addebito diretto sul proprio conto corrente bancario o postale (procedura R.I.D. - vedi la sezione dei pagamenti);
  • mediante bonifico bancario intestato a "ACS SpA" codice IBAN IT45J0539215102000000002121 BANCA DELLA CAMPANIA;
  • mediante bonifico postale intestato a "ACS SpA" codice IBAN IT26B0760115100000010193837

Ritardo di Pagamento

La pendenza di reclami o contestazioni non dà diritto all'utente a differire o a sospendere i pagamenti.
Gli utenti che effettuano il pagamento in ritardo rispetto alla data di scadenza, sono considerati morosi ed incorreranno, per i primi sei giorni di ritardo, in una penale pari al 2% dell'ammontare della fattura.
Se il pagamento viene effettuato oltre il sesto giorno dalla scadenza, la suddetta penale è elevata al 4%.
Sulle fatture pagate, oltre il trentesimo giorno dal termine fissato, oltre la penale di mora del 4%, verranno addebitati gli interessi per ritardato pagamento commisurati al tasso ufficiale di sconto vigente nel periodo del ritardo. Tali importi saranno addebitati sulla fattura successiva all'effettivo pagamento. Per le fatture che rimangono insolute, si applicano le stesse maggiorazioni di cui sopra sino alla data del soddisfo. L'Utente, nel caso in cui non possa provvedere all'intero pagamento di quanto dovuto entro la data di scadenza prevista, di uno o più bollettini, può fare richiesta di un pagamento dilazionato. Tempi e modalità sono disciplinati dall'apposito Regolamento per la rateizzazione del pagamento delle bollette.

Variazione Recapito Fatture

Per richiedere la variazione dell'indirizzo di recapito della propria fattura (senza modificare l'intestatario del contratto) sono necessari i seguenti documenti:

Tale richiesta può essere inoltrata presso gli sportelli utenza presenti sul territorio.

Rateizzazioni

L'Utente, nel caso in cui non possa provvedere all'intero pagamento di quanto dovuto, entro la data di scadenza prevista può fare richiesta di un pagamento dilazionato.
La rateizzazione delle bollette arretrate deve essere richiesta per iscritto, ulilizzando il modello 20 "Istanza di rateizzazione del debito", cui deve essere allegata la seguente documentazione:

  • Certificato ISEE;
  • Copia documentazione comprovante di essere titolare di sola pensione (CUD);
  • Copia documentazione comprovante la titolarità di pensione sociale (CUD);
  • Documentazione comprovante lo status di cassintegrato (CUD);
  • Copia di un documento di identità valido
Dopo che la richiesta di rateizzazione è stata accettata, sarà cura dell'Ufficio competente di Alto Calore Servizi SpA ricontattare l'Utente, per la definizione del relativo piano di rateizzazione.
L'utente nel sottoscrivere il piano di rateizzazione, si impegnerà a pagare le rate, nel rispetto delle scadenze, pena il distacco immediato del contatore, in caso di mancato pagamento.